/*Google Analytics*/

Che cos’è l’e-Health

23 Gen 2017 | Healthcare

L’ e-Health, tradotto in italiano come “sanità elettronica”, è un termine utilizzato per indicare l’applicazione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione all’intera gamma di funzioni, che investono il settore sanitario e le nuove tecniche di comunicazione medico-paziente. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) definisce l’e-Health come l’uso efficiente e sicuro delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione a sostegno dei settori della sanità e relativi alla salute, tra cui l’assistenza sanitaria, la sorveglianza sanitaria, l’educazione alla salute, la conoscenza e la ricerca.

Il termine e-Health è stato utilizzato per la prima volta intorno alla fine degli anni ’90 in ambito informatico per indicare tutto ciò che riguarda i computer e la medicina in linea con altre “e-words”, come ad esempio e-commerce, e-business ecc. In ambito accademico invece l’idea che Internet avrebbe rivoluzionato l’organizzazione e l’accesso alle cure si è diffusa in seguito a uno studio commissionato dal governo australiano nel 1999 che per la prima volta ha riconosciuto

“l’importanza dell’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e delle telecomunicazioni (ICT), compreso le tecnologie di Internet, come strumento chiave per guidare l’efficienza e l’efficacia del sistema sanitario dell’Australia”.

Da quando i risultati di questo studio furono presentati per la prima volta da John Mitchell, durante il VII Congresso della Telemedicina a Londra, l’ambito di riferimento dell’e-Health si è enormemente ampliato evolvendo gradualmente da applicazioni pionieristiche isolate all’integrazione su scala sempre più vasta di sistemi complessi.

e-Health: i principali campi di applicazione

Proprio per la sua natura complessa, multidisciplinare e collegata con la continua evoluzione tecnologica, l’universo delle potenziali applicazioni per e-Health è infinito e in continua evoluzione. Soltanto limitandoci a quegli aspetti che ormai sono entrati nella nostra quotidianità possiamo individuare alcuni principali campi di applicazione, accessibili sia tramite la rete Internet pubblica sia attraverso reti locali come:

  • Sistemi informativi di management e strumenti di archiviazione e scambio dati delle strutture sanitarie e degli operatori sanitari
  • Sistemi online – come i portali della salute – utilizzati per diffondere informazioni sulla salute per promuovere comportamenti sani nei pazienti
  • Electronic Health Records (EHR) ed Electronic Medical Records (EMR), che includono i dati dei pazienti, di prescrizioni farmacologiche, sistemi di gestione clinica, di e-booking e sistemi di imaging e archiviazione digitale
  • Applicazioni cliniche, sia in cloud che in locale, rivolte agli operatori sanitari che consentono di monitorare costantemente alcuni parametri dei pazienti e di controllare l’efficacia delle cure somministrate
  • Sistemi clinici IT based quali la radiologia, la diagnostica assistita da computer, l’imaging medico e la formazione in chirurgia
  • Sistemi e-health specializzati utilizzati dai ricercatori per la raccolta dei dati di salute pubblica e di analisi (ad esempio su malattie infettive e patologie come l’ipertensione e il colesterolo)
  • Piattaforme di virtual healthcare che consentono ai medici di condividere in cloud informazioni sui pazienti e collaborare nell’individuare le cure più efficaci
  • Sistemi di prenotazione e ritiro di referti e pagamento di ticket
  • Cartelle cliniche elettroniche che consentono di acquisire, aggiornare e consultare in tempo reale tutte le informazioni relative al paziente e condividere velocemente le informazioni fra tutti gli operatori sanitari
  • Sistemi di telemedicina come il telemonitoraggio, il teleconsulto, la teleriabilitazione, ecc
  • Applicazioni come quelle più comuni che monitorano i livelli di attività fisiche, stili di vita e abitudini, fino a quelle più complesse studiate per la prevenzione di malattie specifiche e per il monitoraggio e la gestione di alcune patologie

I 10 vantaggi dell’e-Health

Gunther Eysenbach in un articolo sul Journal of Medical Internet Research ha riassunto in 10 punti i vantaggi dell’e-helath:

  1. Aumentare l’efficienza nel settore sanitario, diminuendo i costi riducendo gli interventi diagnostici o terapeutici duplicati o non necessari
  2. Migliorare la qualità delle cure attraverso il confronto tra diversi attori (strutture sanitarie, farmacie, assicurazioni sanitarie, etc)
  3. Favorire lo scambio di studi e informazioni tra gli operatori sanitari
  4. Responsabilizzare i pazienti rendendo accessibili le basi della conoscenza medica e dei dati personali
  5. Incoraggiare un nuovo rapporto tra il paziente e le strutture cliniche
  6. Favorire la formazione dei medici attraverso fonti online (educazione continua in medicina) e dei pazienti (educazione alla salute e informazione preventiva)
  7. Promuovere la condivisione di dati e studi su patologie a livello internazionale e locale
  8. Estendere l’ambito di intervento della sanità oltre i suoi confini tradizionali geografici
  9. Promuovere nuove forme di interazione medico-paziente
  10. Rendere l’assistenza sanitaria più equa e facilmente fruibile a tutti

Con l’avvento della nuova rivoluzione industriale, aspetti come machine learning, internet of the things, robotica e wearable cambieranno radicalmente il modo in cui oggi intendiamo la medicina. La stessa diagnosi di una malattia sarà determinata da un computer, come sta sperimentando già da tempo IBM con Watson, il primo calcolatore in grado di fornire diagnosi mediche in base alla conoscenza di centinaia di migliaia di casi.

Potrebbe interessarti

Share This