/*Google Analytics*/

Le migliori app del 2018 per dispositivi mobili

Destreggiarsi tra le varie app disponibili non è sempre facile: qualunque sia la nostra esigenza – lavorativa o di intrattenimento – quello che chiediamo ai nostri dispositivi è di essere rapidi e di rispondere ai nostri bisogni e desideri prima ancora di averli individuati. Probabilmente è per questo motivo che gli sviluppatori di tutto il mondo rilasciano, giorno dopo giorno, app e aggiornamenti sempre più sofisticati e soprattutto disparati. Non solo messaggistica istantanea o fotoritocco, le applicazioni ora spaziano dalla musica al gaming, dalla medicina alla lettura.

Quali sono però le migliori app dell’anno che sta per terminare? Scopriamolo insieme.

Triton Sponge (iOS)

Si tratta di un’app per iPad progettata per le sale operatorie: consente di calcolare e tenere traccia delle perdite ematica raccolte dai contenitori di aspirazione e dalle spugne chirurgiche. Attraverso tecnologie come Map Depth, Core Image e Core ML e il machine learning, è possibile eseguire complessi calcoli sulle perdite di sangue in maniera rapidissima, prevenendo eventuali complicanze e migliorando la cura del paziente.

Forest, stay focused be present (iOS e Android)

Probabilmente l’app per eccellenza per mantenere la concentrazione durante sessioni di studio o di lavoro. Il funzionamento è molto semplice: una volta impostato il timer, Forest pianterà un seme che crescerà e daraà vita a un arbusto oppure un albero solo se arriverete al termine del lasso temporale prescelto senza uscire dall’app (e quindi senza usare lo smartphone). Se invece userete il telefono, il vostro alberello morirà. N.B.: Forest, in collaborazione con Trees for the future, ha sinora piantato più di 335.000 alberi nel mondo, contribuendo alla crescita dei Forest Garden Programs nei paesi dell’Africa sub-sahariana.

iTranslate Converse (iOS)

Probabilmente l’app di traduzione istantanea più riuscita. è sufficiente parlare nella propria lingua per avere una traduzione in tempo reale e bidirezionale in una delle lingue a disposizione (per il momento circa 38). Il software, che può essere utilizzato anche in ambienti rumorosi, è in grado di comprendere la lingua di provenienza automaticamente.

TouchPal (iOS e Android)

è la prima tastiera con intelligenza artificiale al mondo. Combina le funzionalità di assistente personale ai motori di IA, riuscendo così a comprendere meglio il contesto e garantendo suggerimenti veloci, utili e coerenti. L’app utilizza un modello neurale per il linguaggio, garantendo una comprensione semantica migliore rispetto ad altre tastiere. L’assistente, il cui nome è Talia, si attiva solo se necessario e offre consigli e raccomandazioni cuciti su misura per la conversazione in atto.

SafeToNet (iOS e Android)

disponibile solo nel Regno Unito ma in procinto di espansione, l’app protegge i minori dal pericolo sexting attraverso un tool di controllo basato sull’intelligenza artificiale che consente un approfondito riconoscimento dei contenuti. Il software, collegato agli smartphone dei genitori, agisce in background e opera scansioni costanti dei contenuti: in caso di foto o video sospetti, può bloccarle o oscurarle e disattivare le fotocamere se intuisce che stiano per catturare contenuti sensibili.

Potrebbe interessarti

Share This