/*Google Analytics*/

La scommessa vinta della seconda edizione del corso multimediale per l’enogastronomia, l’ospitalità e il turismo

24 Giu 2021 | News

Si è conclusa, tra l’entusiasmo dei partecipanti, la seconda edizione del Corso multimediale per l’enogastronomia, l’ospitalità e il turismo presso l’IPALBTUR di Villa San Giovanni (RC).
Nonostante le difficoltà e le chiusure prolungate imposte dall’emergenza sanitaria, questi settori sono strategici per la nostra economia e richiedono, oggi più che mai, che le figure professionali siano altamente formate e in grado di conciliare le proprie competenze con l’uso delle tecnologie digitali per la valorizzazione e la promozione del patrimonio culturale ed enogastronomico e del territorio italiano.
Grazie alla collaborazione tra GTechnology e Tipics, il corso è stato calibrato sulle esigenze dei professionisti di domani e composto di lezioni teoriche e attività di laboratorio, ma anche di preziosissime testimonianze dirette di aziende ed esperti del settore. Le lezioni sono state organizzate in quattro moduli e ciascun modulo, a sua volta, ha previsto l’erogazione di lezioni frontali, laboratori pensati per ciascun percorso formativo e incontri one-to-one per la revisione degli elaborati e il confronto con i partecipanti. Per garantire lo svolgimento del corso in sicurezza, è stata utilizzata la piattaforma innovativa di e-learning Eureka, pensata per la Didattica a Distanza e sviluppata per garantire un’esperienza di studio a 360° che va dalle videolezioni allo svolgimento dei quiz in un’unica soluzione.

I docenti del corso sono stati affiancati da esperti quali il web e anchorman dell’Accademia delle Imprese Marco Mauro, la food blogger Lucia Pezzano, il videomaker Antonio Leotta e Antonio Salituro, Executive Chef dell’Altafiumara Resort & SPA e membro dello Skal International Calabria.
Gli studenti sono inoltre stati accompagnati nella realizzazione dei Case Study dai racconti e dai prodotti offerti dalla Società Agricola Biondo di Nicola e Caterina Biondo, dalla Pasticceria “Le Golosie”, dall’Azienda Bilardi, dall’Azienda agricola “Anoneto dello Stretto” e dall’Azienda agricola-agrituristica “La Spina Santa”.

Struttura e obiettivi del corso: una scommessa vinta

L’obiettivo del corso è quello di offrire nuove opportunità e sblocchi lavorativi agli studenti padroneggiando le tecnologie multimediali, migliorando le abilità comunicative e sperimentando nuovi tool digitali, ma anche stimolando la creatività.
La formula della seconda edizione del corso prevedeva la suddivisione in quattro moduli:

  • Teorie e tecniche della comunicazione e della pubblicità;
  • Il food marketing;
  • La comunicazione multimediale;
  • Il web writing e la critica enogastronomica.

Per ciascun modulo si sono svolte lezioni frontali, case history e case study. Gli studenti si sono perciò avvicinati a nuovi strumenti e linguaggi della comunicazione scoprendo i segreti dell’editoria enogastronomica, della visual content strategy e dei piani editoriali, ma anche imparando a mettere in pratica quanto appreso attraverso la realizzazione contenuti originali e innovativi per blog/siti e social network.
Il corso ha, inoltre, contribuito ad avvicinare gli studenti creando sinergie e mettendoli alla prova in maniera inaspettata. Quando infatti le limitazioni dovute all’emergenza sanitaria hanno impedito lo svolgimento delle attività in presenza, ognuno di loro ha trasformato il proprio salotto o la propria cucina in un laboratorio o in un set fotografico.

Al termine dei moduli formativi e delle attività, non possiamo che guardare a questa come a un’esperienza formativa coinvolgente, cui gli studenti hanno partecipato con passione ed entusiasmo e che ha contribuito a far di loro gli ambasciatori del domani del nostro territorio e del nostro inestimabile patrimonio: ad maiora!

Potrebbe interessarti

La matematica unisce

La matematica unisce

Si celebra oggi, 14 marzo, la Giornata internazionale della Matematica indetta dall’UNESCO su...

Share This