/*Google Analytics*/

Perché è importante che i bambini leggano

6 Feb 2017 | Social Innovation

L’ultima indagine ISTAT sul tema “La lettura in Italia” (2015) ci fornisce un quadro non certo entusiasmante. Un dato interessante è che il rapporto dei bambini con i libri è direttamente collegato all’ambiente familiare. La lettura si conferma condizionata dalle abitudini familiari e la propensione alla lettura dei bambini e dei ragazzi si dimostra direttamente correlata alla presenza di genitori che hanno l’abitudine di leggere libri: la quota di lettori di chi ha madre e padre lettori, tra i bambini in età scolare di 6 – 10 anni (63,7%) e tra i ragazzi di 11 – 14 anni (66,8%) è oltre il doppio rispetto a quella di coloro che hanno entrambi i genitori non lettori (rispettivamente 26,7% e 30, 9%).

Eppure la lettura in età scolare di bambini e adolescenti è estremamente importante, sia per lo sviluppo delle capacità cognitive e intellettive sia per stimolare ed allenare la mente a ragionamenti e pensieri complessi.

Potrebbe interessarti

Share This